arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

Bando per l’erogazione di contributi per investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico alle piccole e medie imprese di montagna

Azione 3.3.4 “Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche, attraverso interventi di qualificazione dell’offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica ed organizzativa”
Sub-azione C “Investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico”
 
Finalità
Il presente bando è finalizzato a promuovere e sostenere investimenti nel sistema ricettivo turistico che favoriscano l’innovazione e la differenziazione dell’offerta e dei prodotti turistici dell’impresa stessa e/o della destinazione turistica in cui opera la struttura ricettiva.

DOMANDE:
 
dal 31 luglio 2018
al 30 novembre 2018 --> scadenza prorogata al 31 gennaio 2019
 
Valutazione a graduatoria

AGEVOLAZIONE:
 
Aiuti "de minimis": sostegno, a fondo perduto, pari al 40% della
spesa realizzata. Contributo max. euro 200.000.
Spesa min. 100.000€, max 500.000 €
 
Aiuti compatibili con il mercato interno: sostegno, a fondo perduto, del 20% della spesa per micro e piccole imprese; del 10% per medie imprese.
Spesa min. 200.000€, max 2.000.000€
 
 
Dotazione finanziaria: euro 6.000.000,00

CHI PUO' PARTECIPARE:

PMI che gestiscono e/o sono proprietarie di strutture ricettive nei comuni montani aderenti alle OGD (esclusi i comuni delle 2 Aree interne dell’Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni e dell’Unione Montana Comelico)

INTERVENTI/SPESE AMMISSIBILI:

-opere edili/murarie e di impiantistica;
-strumenti tecnologici, comprese le dotazioni informatiche hardware
e software;
-progettazione, collaudo e direzioni lavori;
-attrezzature, macchinari e arredi funzionali al progetto e ai prodotti
turistici ad esso connessi;
-spese connesse all’ottenimento di certificazioni di qualità,
di sicurezza, ambientali o energetica;
-spese relative alla fideiussione bancaria;
-diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà
intellettuale.
 

Per informazioni e consulenza rivolgersi
alla sede Confcommercio più vicina.

 

Top