arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklinkedinlocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

Bando per l'efficientamento energetico delle PMI

POR FESR 2014-2020

Azione 4.2.1 - Bando per l'erogazione di contributi finalizzati all'efficientamento energetico delle piccole e medie imprese 
 
 

BENEFICIARI

PMI con unità operativa in Veneto attive da almeno 12 mesi, con codice ATECO presente in Allegato B al bando.

DOMANDE

Dal 15 aprile 2020 al 10 settembre 2020.

Valutazione a graduatoria

CONTRIBUTO

Contributo a fondo perduto pari al 30% della spesa ammissibile.

Contributo massimo 150.000 euro, su una spesa pari o superiore a 500.000 euro.

Contributo minimo 24.000 euro, su una spesa pari a 80.000 euro.

L’impresa dovrà scegliere uno dei seguenti regimi di aiuto:
a. regime di aiuti “de minimis” ;
b. regime di aiuti compatibili con il mercato interno.

 

Dotazione finanziaria: € 13.346.990,56

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili i progetti finalizzati al contenimento della spesa energetica, alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti e alla valorizzazione delle fonti rinnovabili.

Sono ammissibili le seguenti spese:
a) costi relativi all’acquisto di macchinari, impianti, attrezzature, sistemi, componenti, nonché le relative spese di montaggio e allacciamento; 
b) costi relativi a lavori edilizi e impiantistici, anche per la produzione di energia da fonte rinnovabile, strettamente connessi e dimensionati  rispetto al programma di investimenti. Le spese di progettazione, direzione lavori e collaudo sono ammissibili nel limite massimo di euro 10.000,00;
c) spese tecniche per le diagnosi energetiche ante e post intervento (nel limite massimo di euro 5.000,00 ciascuna)
d) spese per il rilascio delle certificazioni di gestione ambientale o energetica (nel limite massimo di euro 10.000,00);
e) premi versati per le garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari.

Per maggiori informazioni contatta la Confcommercio più vicina.

Top