arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

A febbraio vendite al dettaglio in crescita

Dati Istat: le vendite aumentano dello 0,4% in valore e dello 0,9% in volume. Crescono sia i beni alimentari che i non alimentari. Tra gli esercizi non specializzati a prevalenza alimentare, il valore delle vendite diminuisce per gli Ipermercati (-5,4%), mentre aumenta per Supermercati (+2,1%) e Discount (+5,3%).
 
A febbraio le vendite al dettaglio hanno registrato, rispetto al mese precedente, un aumento dello 0,4% in valore e dello 0,9% in volume. Lo rende noto l'Istat, specificando che ad aumentare sono sia le vendite di beni alimentari (+0,4% in valore e +1,2% in volume), sia quelle non di beni alimentari (0,3% in valore e 0,7% in volume). Rispetto all'anno precedente, invece, le vendite al dettaglio sono diminuite dello 0,6% in valore, mentre il volume è rimasto stazionario. Rispetto a febbraio 2017 il valore delle vendite di prodotti alimentari non subisce variazioni, mentre il volume aumenta dello 0,9%. Le vendite di prodotti non alimentari, specifica l'Istat, diminuiscono sia in valore sia in volume (rispettivamente -1,1% e -0,6%). Sempre a livello tendenziale, il valore delle vendite al dettaglio non registra variazioni per la grande distribuzione, mentre è in calo per le imprese operanti su piccole superfici (-1,7%). Sostanzialmente stabile il commercio elettronico (-0,1%). Tra gli esercizi non specializzati a prevalenza alimentare, il valore delle vendite diminuisce per gli Ipermercati (-5,4%), mentre aumenta per Supermercati (+2,1%) e Discount (+5,3%).
 
 
Fonte Confcommercio
Top