arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

Gennaio con il segno più per le vendite al dettaglio

L'Istat stima una crescita dello 0,5% in valore e dello 0,6% in volume rispetto al mese precedente, mentre su base annua c'è un aumento dell'1,3% in valore e dell'1,5% in volume.
 
 
Nel gennaio scorso le vendite al dettaglio sono cresciute dello 0,5% in valore e dello 0,6% in volume rispetto al mese precedente per effetto soprattutto dell'andamento dei beni alimentari (+1% in valore e +1,1% in volume), mentre si registra una dinamica più moderata per quelli non alimentari (+0,1% in valore, +0,2% in volume).Su base annua, le vendite al dettaglio aumentano dell'1,3% in valore e dell'1,5% in volume. Lo ha comunicato l'Istat. Nel trimestre novembre 2018-gennaio 2019 le vendite crescono, rispetto ai tre mesi precedenti, dello 0,1% in valore e dello 0,2% in volume. "Avvio d'anno moderatamente positivo per il commercio al dettaglio, seppure in un quadro di andamenti differenziati tra le diverse forme organizzative di vendita. La grande distribuzione - è il commento dell'Istat - registra a gennaio 2019 l'aumento tendenziale più elevato da marzo 2018, mese quest'ultimo condizionato dall'effetto positivo delle festività Pasquali. Diversamente, le piccole superfici si caratterizzano per una flessione tendenziale, dovuta al calo delle vendite di prodotti non alimentari. Le vendite online tornano a crescere in modo decisamente sostenuto a gennaio dopo la battuta d'arresto registrata nel mese di dicembre".
 
 
 
Fonte Confcommercio
Top