arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklinkedinlocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

Il plauso per la posticipazione dei saldi al primo agosto e l'anticipo delle vendite promozionali a luglio

Avvio dei saldi dal primo agosto con possibilità di vendite straordinarie dal primo luglio, il plauso di Confcommercio Veneto
 
“È un’ottima notizia – dichiara il presidente di Confcommercio Veneto Patrizio Bertin – che abbiamo auspicato e che accogliamo con soddisfazione, ringraziando la Regione per l’attenzione che ha dato alle nostre richieste. Ci auguriamo che il binomio tra vendite promozionali a luglio e saldi ad agosto diventi un supporto concreto al mondo del commercio che ha pagato e continua a pagare le pesanti conseguenze della pandemia. L’estate - sottolinea il presidente di Confcommercio Veneto - può diventare un momento di svolta, soprattutto se il meteo ci sarà favorevole, mentre ci troviamo a un bivio: o rilanciamo il settore e il mercato con decisione o rischiamo di non farcela più”.
 
Soddisfazione viene espressa anche da Giannino Gabriel, presidente regionale della Federazione Moda Italia di Confcommercio Veneto.
 
“Grazie all’assessore Marcato con cui ci eravamo incontrati ancora a febbraio e al quale avevamo sottoposto le nostre esigenze – commenta – per noi era molto importante non solo la posticipazione dei saldi, ma anche l’abolizione del divieto delle vendite promozionali nei trenta giorni precedenti: un lavoro che su nostra iniziativa ha coinvolto anche le regioni confinanti e che ha permesso di raggiungere un obiettivo strategico. È importante che i commercianti di moda e calzature possano affrontare la concorrenza di outlet, temporary shop ed e-commerce”.
Top