arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

MICHELE GHIRALDO NUOVO PRESIDENTE FIDA-CONFCOMMERCIO VENETO

Michele Ghiraldo è il nuovo presidente regionale delle imprese del commercio alimentare Fida-Confcommercio Veneto.
 
Padovano, 50 anni, vicepresidente nazionale, Ghiraldo guida (da due mandati) anche la federazione degli alimentaristi della Confcommercio provinciale di Padova, ha un negozio di generi alimentari ad Abano ed è stato eletto ieri per acclamazione nel corso del consiglio regionale della categoria che si è svolto in serata nella sede della confederazione veneta, alla presenza della presidente nazionale Fida Donatella Prampolini.
 
A livello regionale, la Fida-Confcommercio conta circa 2.350 imprese associate, con una rappresentatività del 44%. Il fatturato complessivo degli esercizi del settore presenti in Veneto - che impiegano circa 16mila occupati - è di circa un miliardo e 350mila euro. 
 
Un settore segnato da profondi cambiamenti nel corso degli ultimi vent’anni, fra l’espansione della grande distribuzione – che in Veneto ha un’incidenza decisamente maggiore rispetto alla media nazionale – la crisi economica e l’avvento di internet. 
 
“Fattori che hanno determinato un’evoluzione nel modo di operare delle nostre imprese, che hanno acquisito nuove competenze e oggi sono in grado di fornire servizi che vanno dalla consulenza alla valorizzazione dei prodotti dell’enogastronomia, alla preparazione di prodotti pronti a cuocere – spiega Ghiraldo – Insomma, ci siamo specializzati, siamo diventati consulenti del gusto e i nostri punti vendita si sono trasformati in luoghi esperienziali dove talvolta il cliente è accompagnato nella degustazione dei prodotti in vendita”. 
 
“Il futuro del nostro lavoro sarà (anche) il web, con una gestione sia fisica che virtuale del punto vendita – prosegue il nuovo presidente Fida-Veneto – Su quest’ultimo fronte c’è ancora molta strada da fare: il fatturato dell’e-commerce, infatti, costituisce solo l’1% del fatturato totale del nostro settore. In questo conteso la formazione diventa imprescindibile per la crescita dei negozi, che puntano a un livello di qualità sempre più alto”. 
 
“Il claim lanciato da Fida-Confcommercio nella convention di maggio è ‘la qualità diventa sistema’. È quindi necessario che il Veneto faccia squadra per diventare un interlocutore autorevole a livello nazionale”, conclude Ghiraldo.
 
Top