arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

Michielli (Confturismo): "Sì al turismo crocieristico, ma la sicurezza di Venezia viene prima"

Lapidario il commento del presidente di Confturismo Veneto, e vicepresidente nazionale, Marco Michielli, sulla vicenda della nave da crociera che a Venezia si è scontrata con un battello.
"Prima o poi doveva succedere, il tema non è espellere il turismo crocieristico, ma come far muovere le grandi navi in sicurezza nella fragile laguna veneziana". "Mi si dice con prudenza che all'origine della collisione sarebbe stato un black-out elettrico a bordo della Msc Opera – prosegue Michielli – Non mi si venga a raccontare la favoletta dei controlli ridondanti cui vengono sottoposti i mezzi, che non servono a evitare episodi come quello, gravissimo, di questa mattina. Non oso immaginare se tutto ciò fosse accaduto sulla riva di San Marco, non riesco a non pensare all'immagine da brivido di una nave appoggiata alla Basilica. Qui è in gioco la sicurezza di una città di cristallo". "Questo non vuol dire che si debba arrivare alla drastica conseguenza di cancellare le navi da crociera dallo specchio lagunare, ma arrivare a una soluzione che, avendo ben presente l'imprescindibile rispetto per Venezia, stabilisca percorsi e modalità di passaggio che non compromettano in alcun modo il fragile equilibrio della città", ha concluso il presidente di Confturismo Veneto.
 
 
Fonte Confcommercio
Top